Privacy Policy Formazione in aula – da febbraio riprendono gli incontri con i ragazzi – In Strada Con sicurezza

Formazione in aula – da febbraio riprendono gli incontri con i ragazzi

Venerdì 21 febbraio riprendono gli incontri nelle scuole umbre tenuti dal personale della Polizia Stradale nell’ambito del progetto di Educazione alla Sicurezza Stradale organizzato e coordinato dalla Associazione “In Strada Con Sicurezza – ISCS” in collaborazione con l’Associazione “Elisabetta Barbetti – ELBA”.

I primi ragazzi coinvolti saranno gli alunni dell’Istituto “Pieralli” di Perugia per proseguire con il Liceo Artistico “B. di Betto” sempre di Perugia, il Liceo “Mazzatinti” e l’ITIS “M.L. Cassata-Gattapone” di Gubbio; l’Istituto di Istruzione Superiore “Patrizi – Baldelli – Cavallotti” e dell’IIS Polo Tecnico “Franchetti Salviani” di Città di Castello.

Il progetto In Strada Con Sicurezza” è un’iniziativa che mira a creare una nuova cultura della sicurezza stradale negli studenti più giovani, cioè nella fascia di età più colpita dagli incidenti stradali. L’obiettivo dell’iniziativa è educare e sensibilizzare i ragazzi alla sicurezza stradale, attraverso un coinvolgente percorso educativo. I ragazzi delle classi IV degli istituti superiori vengono spinti a ragionare e a confrontarsi sul tema della sicurezza stradale, attraverso una modalità che li rende ideatori e fautori del messaggio educativo proposto. L’obiettivo del progetto è promuovere le iniziative che trasformano i giovani da destinatari di un messaggio educativo, a ideatori e fautori del messaggio stesso, stimolando la riflessione e il dibattito sull’uso sicuro della strada.

Gli obiettivi specifici della formazione sono: Educare alla sicurezza individuale e collettiva; educare al rispetto delle regole; sensibilizzare alle norme di comportamento previste dal codice della strada; sensibilizzare ai pericoli e ai rischi della strada; far acquisire consapevolezza degli atteggiamenti negativi che si possono avere alla guida e le loro conseguenze; far acquisire consapevolezza dei rischi che si corrono quando ci si pone alla guida di un mezzo in condizioni psico-fisiche alterate (farmaci che agiscono sui riflessi, droga e abuso di alcool).

In totale sono circa 1.000 gli alunni interessati da questo progetto che al termine degli incontri in classe potranno proseguire questa loro esperienza partecipando ad un concorso scolastico regionale dal titolo “Il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale” presentando dei lavori ispirati a quanto affrontato in classe con il personale della Polizia Stradale e gli esperti dell’Associazione “ISCS”.

Perché un Concorso Scolastico? Il concorso è stato ideato per evitare che il percorso di Educazione alla Sicurezza Stradale venga vissuto passivamente, stimolando così gli studenti ad un lavoro creativo e riflessivo sul tema della Sicurezza Stradale, attraverso la realizzazione di propri elaborati. Il ruolo attivo dei ragazzi fa sì che la conoscenza e la competenza si traducano in comportamenti corretti.

Al fine di indirizzare gli argomenti e sviluppare i concetti sul “Senso della Vita e la Sicurezza Stradale” i temi sono stati suddivisi in tre Sezioni:

1° Sezione: narrativa: In questa Sezione si possono raccontare proprie o altrui esperienze infortunistiche che hanno lasciato un segno profondo nella propria coscienza, con la possibilità di intervistare testimoni privilegiati. Attraverso l’esempio di persone a noi care o che stimiamo, possiamo ricercare quei valori universali utili per dare un senso alla vita. È inoltre possibile inventare racconti sul tema

2° Sezione: analitico-comportamentale: In questa Sezione si possono sviluppare statistiche, grafici, planimetrie, interviste, recensioni stampa commentate sulla situazione infortunistica del proprio territorio, filmati o servizi fotografici sul degrado stradale e comportamentale con eventuali considerazioni, proposte progettuali o risolutive delle problematiche analizzate

3° Sezione: creativa: In questa Sezione è dato spazio alla creatività mediante qualsiasi espressione artistica sul tema indicato dal Concorso: immagini o slogan pubblicitari realizzati con manifesti, foto, video, poesia, ballo, musica, teatro, etc.

La classe vincitrice parteciperà ad un corso di “Guida Sicura” presso la scuola “Guidare Pilotare” di  Siegfried Stohr situata all’interno del Misano World Circuit “Marco Simoncelli” a Misano Adriatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *